Passa ai contenuti principali

CREDITO D'IMPOSTA FORMAZIONE 4.0 ANNO 2019


CREDITO D'IMPOSTA FORMAZIONE 4.0:
 UN'IMPERDIBILE OPPORTUNITA' PER TUTTE LE IMPRESE!

Anche nel 2019 è possibile accedere al credito d'imposta sulle attività formative volte ad acquisire e/o consolidare le conoscenze delle tecnologie previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0: internet delle cose e delle macchine e integrazione digitale dei processi aziendali, big data e analisi dei dati, cloud e fog computing, cyber security, sistemi cyber-fisici, prototipazione rapida, sistemi di visualizzazione e realtà aumentata, robotica avanzata e collaborativa, interfaccia uomo macchina e manifattura additiva.

E' un agevolazione fiscale che il Ministero dello sviluppo economico concede per stimolare gli investimenti delle imprese nella formazione, tradizionale o in e-learning, del personale.
Si rivolge a tutte le imprese italiane indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico e dalla dimensione.



ENTITA' DELL'AGEVOLAZIONE

Il credito a favore delle imprese, sulle spese sostenute nel 2019, è il seguente:


50% delle spese ammissibili per piccole imprese per un massimo di 300.000,00 €
40% delle spese ammissibili per medie imprese per un massimo di 300.000,00 €
30% delle spese ammissibili per grandi imprese per un massimo di 200.000,00 €



SPESE AMMISSIBILI


Spese relative al personale dipendente impegnato nelle attività di formazione, cioè il costo aziendale riferito rispettivamente alle ore o alle giornate di formazione.

Spese relative al personale dipendente che partecipi come docente o tutor alle attività di cui sopra internamente alla propria azienda. In questo caso le spese ammissibili non possono superare il 30% della retribuzione complessiva annua spettante al dipendente.


LA NORMATIVA RICHIEDE:

Il deposito telematico di un contratto collettivo di secondo livello che esprima la volontà di svolgere le attività di formazione;
La redazione di documentazione comprovante la realizzazione della formazione (registri, attestati, relazione finale, ecc.);
L’utilizzo di docenti interni o, se esterni, di docenti universitari o provenienti da enti accreditati per la formazione;
 La certificazione delle spese sostenute da parte di un revisore contabile.


COME SI ACCEDE

In maniera automatica in fase di redazione del bilancio, con successiva compensazione mediante presentazione del modello F24 in via esclusivamente telematica all'Agenzia delle Entrate.

Contattateci senza impegno per qualsiasi informazione!
info@tebaldiconsulting.it 

Commenti

Post popolari in questo blog

Intervista a Stefano Tebaldi - i contributi per le imprese a sostegno dello sviluppo

Interessante videointervista per Radio Veronica One, dove abbiamo parlato delle possibilità che le imprese possono sfruttare per sostenere il proprio sviluppo.




Fondir 2019: nuova linfa per i dirigenti

Fondir, Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale, ha rinnovato i consueti avvisi per la presentazione di piani formativi dedicati ai dirigenti delle imprese aderenti.

I recenti cambiamenti sulle modalità di accesso ai contributi hanno spostato l'attenzione dagli aspetti economici (utilizzando i costi standard) in favore della qualità didattica.
Sono stati pubblicati due Avvisi, *1-2019* e *2-2019*, per finanziare la formazione dei dirigenti del settore terziario.




L’*Avviso 1-2019* ha una dotazione di € 9.000.000,00 e finanzia:
a) Comparto Creditizio-Finanziario, per un importo pari a € 8.498.621,00
b) Comparto Assicurativo, per un importo pari a € 501.379,00
È possibile presentare, con cadenza mensile, i Piani Formativi fino al 20/01/2020.

L’*Avviso 2-2019* ha una dotazione di € 2.079.000,00 e finanzia:
a) Comparto Commercio-Turismo-Servizi e Altri Settori Economici, per un importo pari a € 1.331.000,00
b) Comparto Logistica-Spedizione-Trasporto, per un importo pari a € 748.000,00
È po…